Coltivare la canapa / Lavorare con Assocanapa

La canapa: risorsa sostenibile per l’agricoltura

La canapa è un’ottima risorsa per un’agricoltura naturale ed innovativa, fornisce un aiuto efficace alla difesa dell’ambiente, contrasta l’inquinamento dell’ecosistema, difende la biodiversità, migliora i terreni, favorisce la rotazione colturale e la conversione al biologico, riduce i costi energetici, il consumo d’acqua e l’impegno lavorativo dell’agricoltore. Essendo una coltura poco esigente e molto adattabile, costituisce un’opportunità per l’agricoltura. Rende il massimo nei terreni sciolti e fertili ma si adatta anche alle aree marginali. Se seminata con buona tecnica, con una crescita veloce soffoca le infestanti, non patisce le gelate tardive, può essere attaccata da parassiti che in genere non provocano gravi danni, non richiede irrigazione salvo che in aree molto calde e ventose ed in condizioni di siccità estiva estrema; perché possa germinare il terreno deve essere umido e il caldo a terra non deve essere eccessivo, il terreno non deve fare crosta; soffre molto il ristagno di acqua specie nel primo stadio di vegetazione.

Filiera del SEME ALIMENTARE

Semina: preparazione del terreno come per le colture da paglie; densità di semina consigliata 35 kg/ha
Periodo: da metà marzo (Sud) e metà maggio (Nord)
Varietà consigliate: monoiche tardive - medio precoci
Seme biologico: considerato che non esistono ancora sementi di canapa certificate biologiche, Assocanapa srl fornisce sementi garantite non trattate affinché il coltivatore possa, con le modalità prescritte, chiedere la deroga
Raccolta: fine settembre/inizio ottobre con mietitrebbia (preferibilmente con battitore assiale) con barra da frumento e successiva immediata asciugatura con essiccatoio a bassa temperatura
Produzione media: da 7 a 10 q/ha
Mercato 2017: Assocanapa srl, secondo i propri programmi di sviluppo e a specifiche condizioni, stipulerà contratti scritti di acquisto del seme alimentare di canapa privilegiando soprattutto le produzioni biologiche certificate.

Filiera di MOLTIPLICAZIONE DI SEMENTI CERTIFICATE DI VARIETA’ ITALIANE (SOLO IN PIEMONTE)

Semina: preparazione del terreno come per le colture da paglie; densità di semina da 15 a 25 kg/ha
Periodo: da metà aprile a metà giugno
Varietà impiegate: dioiche Carmagnola o CS (Carmagnola Selezionata)
Fornitura del seme: il seme viene fornito da Assocanapa srl con il contratto scritto di moltiplicazione stipulato con l’azienda agricola previa verifica della sussistenza delle condizioni di fattibilità
Raccolta del seme: ad ottobre con mietitrebbia e barra modificata allo scopo (CASE IH axial flow o John Deere tipo S), immediata essiccazione a bassa temperatura e prima pulizia
Produzione media: 5 q/ha
Produzione di paglie residue: andanatura e pressatura a fine inverno (febbraio/marzo); resa circa 30-40 q/ha, vendita ad AssoCanapa srl con contratto scritto.
Mercato 2017: Assocanapa srl secondo i propri programmi di sviluppo stipulerà contratti scritti di moltiplicazione di varietà certificate verificando le condizioni di fattibilità con le singole aziende agricole interessate.
Prezzo di acquisto per seme con caratteristiche sufficienti per la certificazione: 4 euro al Kg.

Filiera delle PAGLIE DI CANAPA

Semina: preparazione del terreno come per i cereali, con seminatrice da frumento; distanza tra le file 15/20 cm; densità 50 kg/ha; profondità max 2 cm
Periodo: da marzo (Sud) ad aprile (Nord)
Varietà consigliate: monoica tardiva Futura 75, o dioiche italiane CS - Carmagnola
Raccolta: a ciclo vegetativo completato (fine luglio/agosto), con barra falciante a denti; essiccazione in campo, andanatura e pressatura (rotoballe o balle prismatiche); stoccaggio in azienda (come per la paglia) e successivo conferimento all’impianto di prima trasformazione secondo contratti, con umidità non superiore al 13%, per garantirne la conservazione
Produzione media: da 80 a 130 q/ha di prodotto secco.
Mercato 2017: salvo cambiamenti di programmi conseguenti alla situazione del mercato europeo, l'impianto prototipale di Carmagnola ritirera' soltanto le paglie risultanti dalle colture piemontesi da moltiplicazione. Prezzo di acquisto: 12 euro al quintale. E' previsto che alcuni impianti di prima trasformazione possano decollare in Italia nel 2018.
Le paglie confezionate in balle (rotoloni o parallelepipedi) possono essere conservate per anni se depositate su pedane al riparo dalla pioggia che ne causa la marcescenza.

Nella PAC ai sensi dei vigenti Regolamenti UE la canapa è ELEGGIBILE COME COLTURA A SEMINATIVO.

INFORMAZIONI PRATICHE

Per conoscere le varieta' disponibili e per ordinarle visitare il sito Assocanapa Shop o telefonare al numero 0119715898.
Per consigli tecnico agronomici consultare il sito Assocanapa Associazione alla sezione Agronomia degli Approfondimenti, e in caso di dubbi rivolgersi ai referenti AssoCanapa Cesare Quaglia , Franco Casalone , Scamuzzi Ivano , Parrini Roberto .